Saturday, 29 June 2013

Day #144

Oh my. You know how tonight was supposed to be Armageddon at the restaurant? Well, you would NEVER guess, but, may it be the prep talk last night, may it be more communication, the preparations and the floor divided in sections, but Kyle and I, with the help of Lois, the new runner, we did just awesomely tonight. 
We were so worried we would screw up that we couldn't believe everything was going THAT smoothly. It was great. It just felt great. The restaurant was packed, but still nothing went wrong and not only that, but we weren't even that stressed or desperate. Wow. You feel the difference when you're not under the pressure of being late and having people to wait for their meals. I wish every Saturday night went like this!!!
Kyle and I, not only were speechless, but extremely proud of ourselves when Davina congratulated us on the good job - nobody would have thought we'd be this good! Tony this afternoon was telling me he didn't know whether we'd be able to cope with such numbers.. I am just more than glad we did it. Such an empowering feeling after tonight.

ps. anyway I believe Lois did the trick. I mean, with a third person on the floor always there to serve drinks and food, it was easy for Kyle and I to focus on the new customers, cleaning and setting tables, taking orders and all.. Nice.

Omioddio. Vi ricordate che ieri vi avevo anticipato che sarebbe stato Armageddon il ristorante questa sera? Bè, non ci crederete MAI, ma, sarà stato il discorso di incoraggiamento di Davina, sarà stata la migliore comunicazione tra noi camerieri, i preparativi e il fatto che ci siamo spartiti la sala in sezioni, ma io e Kyle, con l'aiuto di Lois, la nuova runner, ce la siamo cavata egregiamente.
Eravamo così preoccupati di fare un casino che stentavamo a credere che tutto stesse andando COSI' liscio. È stato fantastico. Fantastico lavorare in un tale ritmo. Il ristorante era pieno, ma nulla è andato storto e non solo, ma non eravamo neanche stressati o disperati. Wow. È un bel peso che se ne va quando il cibo non tarda e i clienti non devono aspettare. Vorrei che tutti i sabati sera fosse così!!!
Io e Kyle, non solo eravamo senza parole, ma anche estremamente orgogliosi di noi stessi quando Davina si è congratulata con noi per l'ottimo lavoro - nessuno avrebbe mai detto saremmo stati così bravi (sento solo io le unghie graffiare contro la lavagna per questa consecutio? Evviva l'Italiano!). Tony proprio questo pomeriggio mi stava dicendo che non era sicuro ce la saremmo cavata con certi numeri.. Sono solo estremamente lieta che si sbagliasse! Mi sento rinvigorita dopo questa notte! 

ps. in ogni caso, credo sia stato grazie a Lois che le cose siano andate così bene. Non tanto per lei in se stessa, che, per carità è brava e tutto, ma proprio l'avere una terza persona in sala, addetta quasi esclusivamente a correre al suono della campanella e servire cibo e bevande, ha reso più facile per Kyle e me concentrarci sui nuovi clienti, pulire e riapparecchiare i tavoli, prendere ordini ecc ecc. Fantastico.