Monday, 11 February 2013

Day #6

There's a downside in having to take care of one's food and you're just on your own. I mean, doesn't take more than one trip to the department store to figure out they don't have mono-serving things which necessarily means you have to eat the same thing for two consecutive days. Yay.

Thank God I've been too sick on Saturday to eat and invited over a bbq on Sunday, otherwise I would have had to engage my brilliant mind in the puzzle that preparing a meal is here in Australia. I might head to Racecourse Rd - which is the main road here in Hamilton - later and get something for the next few days.

This morning anyway I went first to the hospital, I just had to drop some "stuff" for further tests, then I got on the wrong bus and ended up in Stafford, which, in case you were wondering, is not the in city centre where I was supposed to be. 
In my defense, I will say that before going out I checked on the Internet which bus to take.. it was his fault if he was terribly misleading in the information! Well, anyway from the last stop I took the bus going the opposite direction and got exactly where I wanted to. Downtown I also got my Medicare, so next time I feel fainting and head in a rush to the hospital, at least I will have something officially Australian to present.

*later, as in after doing the shopping*
In case you are interested, I bought chicken breasts (of course couldn't buy just one so now I have two), tuna cans, eggs (I could choose between the 12 or 6 pack, guess what I went for?), and Kraft singles.

I had so much fun *sarcasm intended* cutting the chicken in slices and chopping what I was to lazy to slice. I have a stale piece of bread I'm totally going to grate to get some to breadcrumb whatever comes handy.

And now that I explained to you how I will get fat, we can move on to the next subject. I think I might puke the omelette I just cooked. It almost tasted as bad as Malaysia Airlines' did!!! 
I will go and hide in shame.

C'è un lato negativo nel doversi occupare di prepararsi il cibo quando si è da soli. Cioè, non ci vogliono chissà quante visite al supermercato per rendersi conto che le cose mono-porzione sono più uniche che rare e che necessariamente uno è obbligato a mangiare la stessa cosa per due giorni di fila. Evviva.

Grazie al cielo che sabato sono stata male e non avevo fame e domenica sono stata invitata ad un bbq, altrimenti avrei dovuto ingegnare la mia mente brillante sul rompicapo che è diventato prepararsi un pasto qui in Australia. Più tardi potrei fare un giro a Racecourse Road - che è la strada principale di Hamilton, il sobborgo dove vivo - e comprare qualcosa da cucinarmi nei prossimi giorni.
Questa mattina comunque sono andata all'ospedale per depositare alcuni campioni per dei test, poi sono salita sul bus che mi ha portato nella direzione completamente opposta rispetto a quella che mi serviva e sono finita in un sobborgo ancora più lontano chiamato Stafford.
In mia difesa, devo dire che ho controllato il sito dei trasporti di Brisbane ed  è stato lui a trarmi in inganno con le sue imprecisioni! Poco male, comunque, all'ultima fermata sono salita sul bus giusto, che mi ha riportato in centro.
In città sono andata a fare la Medicare, che è una specie di Carta Regionale dei Servizi, così la prossima volta che mi sento svenire e vado di corsa all'ospedale posso presentare qualcosa di officialmente australiano e non la solita scusa del ''sono appena arrivata''.

*più tardi, che sarebbe a dire 'dopo aver fatto la spesa'*
Se vi interessasse, ho preso dei petti di pollo (meno di due non se ne potevano portare a casa, quindi ora sono a posto per due settimane!), tonno in lattina - mia madre rimarrà scioccata; uova (potevo scegliere tra il pacco da 12 e quello da 6. Le confezioni da 4 costano troppo da produrre) e delle sottilette.
Mi sono divertita un casino *e qui ovviamente sono parecchio sarcastica* nel tagliare a fettine i petti di pollo. Era così divertente che per pigrizia l'ultima metà l'ho fatta a pezzettini con cui improvviserò! Tra l'altro con il pane raffermo che ho preso settimana scorsa potrei benissimo impanare tutto ciò che passa il convento.
E adesso che avete tutti i dettagli di come ingrasserò nelle prossime giornate, passerò a discutere del nuovo argomento all'ordine del giorno. Credo vomiterò la frittata che mi sono fatta. Era quasi -quasi- peggio di quella della Malaysia Airlines!
Vado a nascondermi.