Sunday, 28 July 2013

Day #173

Sheesh.. it got too late for a proper post. Not that there was anything worth while sharing about today.
I worked. It was good.

Davina pulled a joke on me tonight. When about to start packing up the restaurant and call it a night, she told me she'd go for a cigarette and then come back to do the bar as usual. Right after that, though, she added: 'On a second thought, I think I'll go home with the kids. You'll do floor and bar alone'. At first, I was like 'Is she kidding?' and the I was 'she sure does hate my guts'. By the time she told me she was just kidding, I had already worked on a plan to /try/ to do everything by myself. It would have taken me hours. I am so glad she didn't mean it.

Mamma mia.. si è fatto troppo tardi per un vero e proprio post. Non che ci fosse nulla di interessante da raccontarvi su oggi.
Ho lavorato. È andata bene.

Davina mi ha fatto uno scherzo pessimo questa sera. Al momento di cominciare a chiudere il ristorante, pulire e impilare tutte le sedie e i tavoli, mi ha detto che sarebbe andata fuori a fumarsi una sigaretta e poi sarebbe ritornata per occuparsi del bancone del bar come al solito. Però, subito dopo ha aggiunto: 'Ora che ci penso meglio, credo andrò a casa coi bambini. Pensaci da sola a pulire bar e sala.' All'inizio mi sono chiesta se dicesse sul serio, il secondo pensiero è stato invece 'Deve proprio odiarmi'. Nel momento in cui mi ha rassicurato che stava scherzando, avevo già in mente una strategia per cercare di fare tutto da sola. Mi ci sarebbero volute ore. Sono così contenta che non facesse sul serio!